Menu
Mostra menu

Arma bell'Arma

I soldatini
1915-18 - Carabiniere a cavallo in uniforme da guerra - Figurino dipinto da Vittorio Lucchetti
29. Carabiniere a cavallo in uniforme da guerra, 1915-18

Il grigioverde venne adottato dal Regio Esercito nel 1908 (Circolare n. 458 del 4 dicembre). I primi carabinieri a indossarlo furono quelli mobilitati per la guerra italo-turca nel 1912.
Sull'uniforme risaltano il colletto e i paramani rossi che, oltre a differenziarli dal resto dell'Esercito, li rendevano meno mimetizzati, motivo per cui scomparvero in seguito. Il casco coloniale ricoperto di tela bronzo chiaro completa l'uniforme per le campagne d'Africa. Il cinturone con fondina, verosimilmente per pistola Glisenti modello 1910 per ufficiali, è di cuoio verniciato grigioverde con placca riportante impressa l'aquila umbertina.

1915-18 - Carabiniere a piedi in uniforme da guerra - Figurino dipinto da Vittorio Lucchetti30. Carabiniere a piedi in uniforme da guerra, 1915-18

Con lo scoppio della Grande Guerra, l'Arma - oltre a svolgere servizi di sicurezza nelle immediate retrovie del fronte - prese parte anche a operazioni militari, distinguendosi particolarmente nei combattimenti sulle pendici del Podgora. Il grigioverde delle uniformi è una costante per tutti i militari, con variazioni dovute alle specialità e all'impiego: come per l'Arma a cavallo, che indossa i gambali neri della cavalleria e la giubba delle truppe montate, o i carabinieri a piedi che usano la mantellina corta da fanteria. In genere, tutti i militari portavano la classica lucerna con telino grigioverde; anche se negli accantonamenti poteva essere utilizzato il berretto a tubo in panno o in feltro grigioverde con visiera e soggolo che qui si vede indossato dall'ufficiale in una versione più elegante. Nel gennaio 1917 anche l'Arma adottò l'elmetto "Adrian modello 1916" (con la variante del cappietto e fiamma metallici sovrapposti alla coccarda tricolore), che veniva distribuito ai soli militari dislocati al fronte o comunque soggetti al tiro nemico.

1915 - Carabiniere in tenuta da guerra - Figurino dipinto da Marco Quagliariello
31. Carabiniere in tenuta da guerra, 1915

Con lo scoppio della Grande Guerra, l'Arma - oltre a svolgere servizi di sicurezza nelle immediate retrovie del fronte - prese parte anche a operazioni militari, distinguendosi particolarmente nei combattimenti sulle pendici del Podgora. Il grigioverde delle uniformi è una costante per tutti i militari, con variazioni dovute alle specialità e all'impiego: come per l'Arma a cavallo, che indossa i gambali neri della cavalleria e la giubba delle truppe montate, o i carabinieri a piedi che usano la mantellina corta da fanteria. In genere, tutti i militari portavano la classica lucerna con telino grigioverde; anche se negli accantonamenti poteva essere utilizzato il berretto a tubo in panno o in feltro grigioverde con visiera e soggolo che qui si vede indossato dall'ufficiale in una versione più elegante. Nel gennaio 1917 anche l'Arma adottò l'elmetto "Adrian modello 1916" (con la variante del cappietto e fiamma metallici sovrapposti alla coccarda tricolore), che veniva distribuito ai soli militari dislocati al fronte o comunque soggetti al tiro nemico.

1915-18 - Vicebrigadiere a cavallo in uniforme da guerra - Figurino dipinto da Marco Quagliariello32. Vicebrigadiere a cavallo in uniforme da guerra, 1915-18

Con lo scoppio della Grande Guerra, l'Arma - oltre a svolgere servizi di sicurezza nelle immediate retrovie del fronte - prese parte anche a operazioni militari, distinguendosi particolarmente nei combattimenti sulle pendici del Podgora. Il grigioverde delle uniformi è una costante per tutti i militari, con variazioni dovute alle specialità e all'impiego: come per l'Arma a cavallo, che indossa i gambali neri della cavalleria e la giubba delle truppe montate, o i carabinieri a piedi che usano la mantellina corta da fanteria. In genere, tutti i militari portavano la classica lucerna con telino grigioverde; anche se negli accantonamenti poteva essere utilizzato il berretto a tubo in panno o in feltro grigioverde con visiera e soggolo che qui si vede indossato dall'ufficiale in una versione più elegante. Nel gennaio 1917 anche l'Arma adottò l'elmetto "Adrian modello 1916" (con la variante del cappietto e fiamma metallici sovrapposti alla coccarda tricolore), che veniva distribuito ai soli militari dislocati al fronte o comunque soggetti al tiro nemico.