Menu
Mostra menu

Arma bell'Arma

I soldatini
1876 - Carabiniere Guardia del Re in uniforme da campo - Figurino dipinto da Mario Mariani
17. Carabiniere Guardia del Re in uniforme da campo, 1876

Questa uniforme, con lievi modifiche di adattamento, è utilizzata ancor oggi in servizi in campo aperto.

1880 - Carabiniere con cappotto - Figurino dipinto da Roberto De Meo 18. Carabiniere con cappotto, 1880

Il figurino mostra un carabiniere che indossa un "cappotto di panno con cappuccio per carabinieri in Sardegna", così com'è identificato sia sull'Atto n. 105 - Divisa e Vestiario (nota n. 164) - Istruzione sulla divisa della truppa dell'arma dei carabinieri reali (Giornale Militare Ufficiale, 1877), sia successivamente nella Istruzione sulla divisa per RR. Carabinieri del 1880. La descrizione dell'indumento è identica su ambedue le pubblicazioni e specifica che l'interno del cappuccio e oltre la metà della parte anteriore e posteriore interna del cappotto devono essere foderati di scarlatto.

1880 - Carabiniere in piccola montura - Figurino dipinto da Angelo Renato Boggia
19. Carabiniere in piccola montura, 1880

Come spiegato in precedenza (si veda il figurino n. 13), questa tenuta si differenziava per la mancanza degli alamari sui paramani e delle bande di panno rosso sulle code dell'abito. Inoltre l'alamaro sul colletto non era doppio e il cappello non aveva pennacchio. Questa uniforme non prevedeva neppure le cordelline e le spalline metalliche.
1882 - Maresciallo in piccola montura - Figurino dipinto da Mimmo Gargiulo 20. Maresciallo in piccola montura, 1882

L'austerità di questa uniforme essenziale è sottolineata dall'assenza degli alamari e delle filettature ai paramani, del rosso dei finti risvolti sulle code e del vistoso pennacchio rosso-azzurro, tutti elementi che guarniscono invece la gran montura. Questa divisa è prescritta sempre dalle Istruzioni già citate; qui sono da notare gli eleganti gradi a fiore in filo argentato screziato di seta nera. Il sottufficiale ha in dotazione una sciabola modello 55 da fanteria, che lo identifica come appartenente alla specialità a piedi. La granata sul cappello dei marescialli era dorata.