CARABINIERI

Entra nella Stazione On-Line dei Carabinieri
Ministero della Difesa

Attività Sportiva nell'Arma

L'attività sportiva è strettamente connaturata allo stile di vita militare essendo questo sintesi di preparazione fisica, culturale e spirito di sacrificio.

Alberto Tomba

L'Istituzione, infatti, considerando l'attività ginnica insostituibile strumento di miglioramento fisico-psichico, indispensabile per porre il Carabiniere nelle migliori condizioni per svolgere i propri gravosi compiti, interviene essenzialmente in tre settori:

  • attività di mantenimento dell'efficienza fisica;

  • attività agonistica di alto livello;

  • attività sportiva di massa, ponendo in essere ogni iniziativa volta incentivare ed agevolare la pratica sportiva ad ogni livello.

Gianluca Tiberti
Nel settore agonistico, essa è presente ormai con atleti di elevato profilo. I suoi carabinieri atleti, infatti, hanno conquistato una posizione di preminenza nello sport italiano e molti di loro sono inseriti nelle rappresentative nazionali delle varie specialità, spesso allenate da tecnici provenienti dalle fila dell'Istituzione.

Testimonianza concreta del livello raggiunto e' l'albo d'Oro.

I rapporti con il C.O.N.I. e le Federazioni sportive sono regolati da una convenzione stipulata dal Ministero della Difesa e l'Ente Sportivo. Sostanzialmente la stessa prevede che l'Arma :

  • Una gara di pentathlonponga a disposizione delle Federazioni gli atleti ed i tecnici di cui dispone per concorrere alla formazione delle compagini nazionali;

  • fornisca, compatibilmente alle primarie esigenze di servizio e su autorizzazione del Comando Generale, i concorsi richiesti tramite l'Ufficio di Collegamento Forze Armate/C.ON.I. per lo svolgimento delle manifestazioni sportive.

L'Ente Sportivo, di contro, elargisce contributi economici che vengono impiegati per la realizzazione di infrastrutture sportive presso le caserme di ogni livello oridinativo oppure per favorire la pratica sportiva dell'Istituzione.